Tutto, niente

Affari Tuoi

Le trappole moderne sono città con mille telecamere, sensi unici che cambiano continuamente, pochi parcheggi per molte macchine (e vigili integerrimi nel produrre multe).

Trovarsi davanti una strada conosciuta a memoria che cambia, è come scoprire che il tuo bar preferito, durante la notte, è bruciato. Niente di così drammatico – la città è piena di bar, la città è piena di strade -, ma qualcosa di sinistramente destabilizzante.

Intanto, su Presa Diretta stasera si parla di donne. Donne in politica, donne in CDA, donne in bolle di sapone. Per percentuali di donne in politica l’Italia è al penultimo posto – migliore solo di Malta – le colpe sono tante, e quindi nessuna. Il silenzio è totale. Non meglio la situazione relativa alle politiche famigliari, agli asili e le mamme che lavorano. Lo speciale è interessante, il binomio presentato eterno: mamme o lavoratrici? La risposta complicata, declinata in addizioni di impegni e sottrazioni di colpe. Intanto, il problema rotola come una palla troppo tonda per frenare. La sintesi è la frase di un uomo in maglietta azzurra, in sfondo un parco giochi di margherite. Ha trent’anni e i baffi, l’aria spaesata; con la voce timida, sgranando gli occhi, ammette che oggi fare una famiglia è un po’ come dire che.. sono affari tuoi.

E mentre le strade cambiano nomi e i semafori diventano rotonde, Firenze si fa  di multe per turisti, le mamme si organizzano per diventare a turno asili, c’è da andare avanti. Perché a Livorno il sole batte, e ad Antignano è ancora primavera (!).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...