Audrey Hepburn

Sull’ultimo numero di Focus Biografie racconto di Audrey Hepburn, la regina delle anti-dive. Bellissima, magrissima, elegantissima. Tutto quello che le donne odiano nelle altre donne, e che su di lei diventava la perfezione.
L’infanzia difficile durante la seconda guerra mondiale in Olanda, la delicata ossessione per il successo e per sfuggire da quella povertà che ne segnò anche l’adolescenza, il sogno di diventare ballerina annullatosi nella gelida Londra, e poi le cattiverie, le sofferenze, l’amore e i tradimenti. L’incontro con Gigi, perché anche un solo sguardo può cambiare una vita.
Ne esce il profilo di un giunco divino, gentile e appassionato che tanto soffrì per gli uomini e che in due bambini, i figli, trovò la devozione.
Le parole più belle restano quelle del figlio, Sean Hepburn Ferrer, che intervistato mi ha rivelato “Quando mia madre entrava in una stanza, tutto sembrava fermarsi. Le persone, semplicemente, davano il meglio di loro”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...