Al bar, piazza San Cosimato

C’e’ il sole. Un bambino sta in braccio a un vecchio. Avrà sei, sette anni e indossa la tuta della Roma. I capelli corti come de Rossi e l’aria furba di Mexes.
Uomo: “A ni’ e oggi ‘ndo giocate?”.
Il ragazzino stiracchia le braccia. “Un’ora e mezza de machina dobbiamo fa’. Giochiamo contro la Cisco, fino ad Ariccia dobbiamo anna’”.
Uomo (che poco dopo scoprirò essere lo zio): “Me li fai due gol oggi?”.
Il ragazzino, con aria da calciatore consumato e un po’ strafottente, allarga le braccia. Sbuffa un po’. “Regolare zi’. Regolare” dice, e poi afferra il bicchiere di Coca Cola, con tanto ghiaccio e una fettina di limone, e prende un lungo sorso.

Questa era Roma, sabato scorso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...