Regali di Natale: la casalinga perfetta

 

Il Bimby. Croce e delizia di ogni single, casalinga, cuoco negato, coppia giovane e di altri migliaia di cliché che siano degni di essere rispettati. Il Bimby. Lo avevo dimenticato, seppellito in ricordi di infanzia, pranzi domenicali pieni di lacrime che sapevano di bruciato o di scotto, sempre di bruciato e di scotto. Eppure è ancora qui, prodotto da Vorwerk Contempora, con il prezzo duplicato (se prima costava un milione di lire, adesso costa 1000 euro), con i suoi colori bianco e grigio, i suoi pulsanti rossi e morbidi. E’ ancora qui, con i suoi tre manuali di ricette. E in fondo a questi manuali – come mi ha fatto vedere mio cugino, deluso – c’è la consueta targhetta (la stessa che aveva mia madre, e perfino mia nonna) dove il proprietario deve scrivere nome e cognome, indirizzo. Ma per Vorwerk Contempora il proprietario può essere solo una donna. Solo una donna cucina, secondo Vorwerk Contempora. Solo una donna traffica con i sughi e con i purè, prepara deliziosi manicaretti (per cui necessita del bimby e devo dire che questa mi sembra come una contraddizione in termini) e gustosi dolcetti. Insomma, solo la donna – come Cinquant’anni fa – può essere la regina della cucina.

La prima soluzione, ma forse è anche l’unica, sarebbe boicottare. Ma se iniziassimo a boicottare tutto quello che è sessista e discriminante – anche in apparenti dettagli inutili – dove finiremmo?

 

Da Cortocircuiti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...