Tutto, niente

Irene Brin, Passioni

Oggi e domani alle 10.50 su Radio3 nel programma Passioni – curato da Cettina Flaccavento e con regia di Ornella Bellucci – andrà in onda “Le mille vite di Irene Brin”. Per saperne di più o scaricare il podcast basta andare qui

Le mille vite di Irene Brin

A cento anni dalla sua nascita, Irene Brin continua a essere un mistero. La sua essenza, che la portò ad attraversare da protagonista il giornalismo, la moda e l’arte italiana dagli anni Trenta agli anni Settanta, la resero inafferrabile.

Nel corso della sua esistenza, la poliedrica artista ligure visse mille vite. Fu Contessa Clara, nobildonna mitteleuropea che insegnò agli italiani nel dopoguerra le buone maniere e scrisse uno fra i galatei più venduti e amati. Fu la prima giornalista di costume del nostro Paese, nonché una grande esperta di moda e sostenitrice all’estero del made in Italy. Fu la fondatrice, insieme al marito Gaspero del Corso, della Galleria dell’Obelisco, centro nevralgico della cultura e dell’arte a Roma, e scoprì talenti come Giacomo Balla e Alberto Burri, portando in Italia geni del calibro di Magritte e Dalì.

Dopo la sua morte, avvenuta nel 1969, Irene Brin è stata però completamente dimenticata.

Oggi Passioni la ricorda con Le mille vite di Irene Brin. Per la prima volta – attraverso la testimonianza diretta di famigliari, amici e studiosi – viene così tracciato il mosaico complesso e avvincente della storia di una delle più importanti protagoniste dell’Italia del Novecento. Viene finalmente raccontata la straordinaria biografia di una donna anticonformista e cosmopolita che visse mille vite, ma restò sempre se stessa.

Sabato 21 aprile 2012

Irene Brin. La vita, l’Amore e il giornalismo.

Chi fu davvero Irene Brin? In questa puntata ripercorriamo – fra aneddoti sconosciuti e testimonianze inedite – la sua complicata infanzia, l’amore con il generale Gaspero Del Corso, l’amicizia con Leo Longanesi e con Indro Montanelli, ma anche l’instancabile passione per il giornalismo che l’accompagnò per tutta la vita.

Intervengono: Claudia Fusani, giornalista dell’Unità e autrice di “Mille Mariù. Vita di Irene Brin” appena pubblicato da Castelvecchi; il nipote di Irene Brin, Vincent Torre; la giornalista e cara amica Lorenza Trucchi; il professore di letteratura presso l’Università di Genova Franco Contorbia.

Domenica 22 aprile 2012

Irene Brin. Le buona maniere, la Moda e l’Arte.

Autrice di uno fra i più conosciuti e apprezzati galatei del nostro tempo con lo pseudonimo di Contessa Clara, Irene Brin fu anche esperta di moda – della quale scriveva sulle pagine di Harper’s Baazar – e di arte. Ma la sua anima di scrittrice – che emerge limpida nelle pagine di “Olga a Belgrado” ripubblicato oggi da Elliot Edizioni dopo 69 anni dalla prima edizione (che venne subito ritirata perché censurata dal fascismo), è una forte testimonianza della sua misteriosa, contraddittoria, affascinante vita.

Intervengono: il nipote di Irene Brin, Vincent Torre; Simona Pandolfi della Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma; Jaja Indrimi responsabile dell’archivio Irene Brin della Centrale dell’Arte di Roma; la giornalista e cara amica Lorenza Trucchi; Ilaria Schiaffini, docente di storia dell’arte all’Università Sapienza di Roma; Claudia Palma, direttore dell’Archivio Bioiconografico e dei Fondi Storici della Galleria Nazionale d’Arte Moderna; Vittoria Caratozzolo, professoressa alla Sapienza di Roma e autrice di “Irene Brin. Lo stile italiano nella moda” (Marsilio).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...