Libri, Testi Tosti, Tutto, niente

La Scordanza di Dora Albanese

4035366-9788817095648

 

Che cosa è l’amore? E cosa può fare una donna per amore? Soprattutto, può una donna deliberatamente scegliere un amore malato, e in questo amore invischiarsi fino a dimenticare la propria casa, il proprio marito e i propri figli?
Per Caterina, trent’anni negli anni Ottanta, cresciuta a Muggera – un paese che non esiste in una Basilicata arsa dal sole e dai silenzi, simbolo di un Sud arcaico ed eterno – l’amore è solo “mal d’amore”. Ed è un amore che la fa fuggire dai suoi bambini e da quell’esistenza che è divenuta una prigione, per finire, cercando la libertà e l’indipendenza, vittima di pura schiavitù.
Nel suo primo romanzo, La Scordanza, Dora Albanese – classe 1985, esordiente di successo nel 2009 con la raccolta di racconti Non dire madre – non traccia semplicemente una provocazione, ma affonda lo sguardo in un tema centrale del dibattito nel nostro Paese. La violenza sulle donne si apre in una lunga sequenza di abusi psicologici e fisici, declinati attraverso atti sessuali animaleschi, insulti, botte. Caterina da donna emancipata, diventa vittima di un uomo che non sa amare, e che “voleva lei, non la sua storia”. Voleva lei, il suo corpo, i suoi seni, le sue cosce, ma non il suo essere. Voleva, più semplicemente, una donna oggetto. A ogni pagina riecheggia quella violenza esercitata sul corpo femminile che, secondo gli ultimi dati Istat, ha coinvolto nel corso della propria vita 6 milioni 788mila donne e che vede nel 62,7% degli stupri colpevole il partner attuale o precedente. Con La Scordanza, appena pubblicato da Rizzoli (pp.233, € 19), Dora Albanese traccia dunque con una lingua puntuale e sapientemente rutilante un racconto di odori – l’odore del latte, della terra bagnata, del sangue, del dolore – e di abbandono. L’abbandono di una madre. L’abbandono di una terra. L’abbandono di quello che gli altri vorrebbero che fossimo, per provare finalmente a diventare noi stessi. Dora Albanese ci chiede: è giusto pagare un prezzo per la propria libertà? E cosa accade quando questo prezzo è un amore malato?

#TestiTosti esordisce oggi su “Il Tirreno“. Ogni lunedì racconterò un romanzo, una raccolta di racconti, un saggio in grado di dare uno sguardo diverso su un tema su cui tutti quanti siamo costretti a riflettere, più o meno consapevolmente, più o meno volontariamente. Buona lettura!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...