Tutto, niente

Nella trappola di uno psicopatico

nella-trappola-di-uno-psicopatico-147329.jpg

Nel corso della loro vita secondo l’Istat tre donne su dieci hanno subito una qualche forma di violenza fisica o sessuale. Si tratta di una violenza che corre sul corpo e sulla mente, lasciando dei segni devastanti che difficilmente si traducono in cicatrici. La violenza è una ferita aperta, che sanguina ogni giorno: ci fa sentire fragili, ci convince di non essere all’altezza, ci fa temere di essere costantemente vittime dell’insincerità e della derisione altrui. Mina le basi della nostra sicurezza, e disintegra il potenziale rapporto di fiducia e di scambio reciproco che potremmo costruire con gli altri. Guardate bene nel vostro passato e chiedetevi se anche voi – che magari sembrate così sicure, così determinate, così poco inclini a trasformarvi in nome degli altri – siete state vittime di un uomo manipolatore, capace di governare la vostra esistenza in base ai suoi cambi d’umore, alle sue necessità, ai suoi desideri. Io lo ammetto senza vergogna, a me è capitato ed è stato straordinariamente devastante perché il manipolatore si insinua nella vita e la fa sua. Ed è proprio una storia di manipolazione psicologica quella al centro di “Nella trappola di uno psicopatico” appena pubblicato da Sonda Editore (pp. 132, € 15) e firmato da Cinzia Mammoliti, criminologa ed esperta di psicologia criminale. L’autrice, nota per il long seller “I serial killer dell’anima” (Sonda, 2012), guida il lettore nella storia che ha forma di diario dell’insegnante Francesca. Un giorno Francesca, ormai abituata alla noiosa routine sentimentale con Giorgio, incontra Maurizio: lui è bello, affascinante, sensuale. La fa sentire unica, e con un tira e molla costruito ad arte la imprigiona, trascina in una relazione distruttiva che la annulla completamente. Alla storia di Francesca, viene poi affiancata una porzione finale più rigorosa, che fornisce al lettore gli strumenti per riconoscere le relazioni malate e le loro declinazioni. Mammoliti illustra con una scrittura semplice e comprensibile gli strumenti che distruggono l’animo. Chi è lo psicopatico? Come si comporta in amore? Quali sono i danni che produce nelle sue vittime? Queste sono solo alcune delle domande che ci pone, e a cui è necessario imparare a rispondere perché tutti, prima o poi, incontriamo i “vampiri dell’anima” e per salvarsi è necessario saperli riconoscere.

Questa recensione è su Il Tirreno nella mia rubrica del lunedì dedicata alle novità editoriali, Testi Tosti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...