CHI SONO

Flavia Piccinni
Flavia Piccinni (Taranto, 1986), scrittrice e giornalista, collabora con numerosi giornali, Rai1 e con Radio3 Rai. Ha un blog sull’Huffington Post e su Gli Stati Generali. Ha vinto numerosi premi letterari, fra cui il Campiello Giovani e il Premio dei Lettori Giovani. Ha pubblicato i romanzi Adesso Tienimi (Fazi, 2007), Lo Sbaglio (Rizzoli, 2011), La Mala Vita (Sperling&Kupfer, 2012) e curato il romanzo perduto di Irene Brin Olga a Belgrado (Elliot, 2012). Fondatrice della casa editrice Edizioni di Atlantide, dove è responsabile del coordinamento editoriale, è responsabile comunicazione della Fondazione BRF Onlus – Istituto per la Ricerca Scientifica in Psichiatria e Neuroscienze. Fa parte della redazione di Nuovi Argomenti. E’ fondatrice e direttrice del festival Audiodocumentari in città . Per Radio3, con cui collabora dal 2011, è autrice di documentari e di programmi radiofonici, nonché conduttrice; grazie a “Italia-Romania: in viaggio con le badanti” ha vinto il premio Marco Rossi per l’impegno civile e una menzione speciale al Festival di Bellaria. Nell’ultimo anno ha firmato come autore per RAI1 i documentari “Cambio Turno” sull’ILVA di Taranto, “I giorni dopo” e “La polvere e la memoria” sul terremoto di Amatrice, “Il fuoco della Terra” sull’integrazione mancata a Castel Volturno. Il suo nuovo ultimo romanzo è Quel Fiume è la Notte (Fandango Libri), candidato al Premio Strega da Dacia Maraini e Lidia Ravera. Il suo ultimo saggio è “Bellissime – Baby Miss, Giovani Modelli e Aspiranti Lolite” uscito per Fandango nel giugno 2017 che ha suggerito l’interrogazione parlamentare del deputato Riccardo Nuti e da cui ha girato l’omonimo minidoc. 

 

 

 

Annunci

4 thoughts on “CHI SONO”

  1. Ciao Flavia,
    ho scoperto te, il tuo blog e i mondi che racconti.
    Sono giornalista pubblicista, scrivo per Satisfiction e da qualche giorno ospite nel blog di Veronica Tomassini. Ho un blog personale: a colpi di penna. Se ti va di curiosare…:)

  2. Ciao Flavia, dopo l’incontro nella nostra libreria a Santeramo ho scoperto tutto il tuo mondo, del tuo modo di informare e del tuo modo di raccontare le cose. Sempre impeccabile, con l’aggiunta del tuo punto di vista,sempre condivisibile. Continua così! E speriamo di rivederti presto

      1. Quando ricapiti dalle nostre parti saremo lieti di ospitarti ancora,anche al di fuori delle presentazioni.
        Facci sapere,se ne avrai piacere.
        Un caro saluto
        Antonello

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...